Home / RUBRICHE / IN PUNTA DI FIORETTO / Berlusconi con Merkel & Sarkozy spiati da Dj Resident The President Obama alla console

Berlusconi con Merkel & Sarkozy spiati da Dj Resident The President Obama alla console

Berlusconi con Merkel & Sarkozy spiati da Dj Resident the President Obama alla console
Berlusconi con Merkel & Sarkozy spiati da Dj Resident The President Obama alla console

 Berlusconi con Merkel & Sarkozy spiati da Dj Resident The President Obama alla console

Ebbene sì, duole un poco dirlo e per tal ragione io Marchese mi sono fatto in due, come da immagine sopra, in un momento in cui tutti si fanno gli affari propri e altrui, affari doppi, doppio gioco, doppio attacco, doppio assalto al povero mio Silvio nel 2011, quando si levò doppia la voce che ci insegnava, da Francia e da Germania,  a tener di conti nella partita doppia della contabilità nazionale per decretare una chiusura politica a doppia mandata.
Forse anche doppiati? Il doppiaggio prevede, tuttavia, che vi sia uno muto e l’altro sopra che parli.
Qua, di contro, c’era chi stava in alto che non parlava mentre i doppiati pensavano di essere attori in prima persona e non dei doppioni!
Roba da doppietta, fossimo tra cacciatori.

A Me medesimo, Nobillimo di stirpe come ben pochi, lecito è di suggerir a Monsieur le Président Nicolas Sarkozy e alla Bundeskanzlerin der Bundesrepublik Deutschland Frau Angela Merkel di ripensarsi e ripensare a quanto erano iconicamente gioviali nel ridere del poveretto nostro nostrano mentre, in senso dall’alto del suo sofisticato Nsa (National Security Agency) , The President Barack Obama, novello Ulisse, li trattava come dei Proci in versione 2.0, trafiggendoli ad uno ad uno con le sue saette tecnologiche accalappia-informazioni.
I novelli Proci a ridersela beatamente di Silvio Penelope, Silvio Penelope a disperarsi, disfacendo di notte ciò che forse faceva di giorno, mentre Ulisse Obama tutto udiva e di tanto si rallegrava, senza nemmeno disturbarsi di andare a Itaca Italia, tanto bastava a lui stare lì nella stanzetta ovale in quel di Washington.
Come un abile Dj, egli premeva il tasto e tutta la musica era prodotta dagli strumenti viventi europei, le cui libere conversazioni riservate potevano andare a essere ripetuti a ritmo e ciclicamente nel mangianastri della sua console.
Ebbene sì: l’ Nsa amorevolmente ci accudisce dall’alto, sorvegliando i vivaci capi di stato europei come fossero scolaretti in gita in un pollaio da laboratorio o discoteca da psicodramma. Alla console Dj Resident The President Obama!

Eppure, più amara constatazione giunge in conclusione, constatazione che rende forse meno giocose e spensierate le velleità a stelle e strisce e più resilienti gli orgogli feriti di tante nazioni europee. Il Marchese tosto vi decreta che…
Per spiare i propri alleati europei servono tecnologia e tanta faccia di bronzo, ma proprio tanta!
Ma, o abbacchiati vilipesi europei con i vostri magnifici (in)vincibili servizi di controspionaggio, per spiare gli americani basta guardare semplicemente… i loro film!!!

Marchesemente, Io, Marchese di Isili
Print Friendly, PDF & Email

About Marchese di Isili

Check Also

Solitudine e sgomento (Saffo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *