Home / RUBRICHE / Concorso internazionale di Liuteria Santa Cecilia 2016 – Premio Città di Roma

Concorso internazionale di Liuteria Santa Cecilia 2016 – Premio Città di Roma

Concorso Internazionale Premio Città di Roma 3-9 ottobre 2016

concorso-internazionale-di-liuteria-santa-cecilia-2016-concorso-internazionale-premio-citta-di-roma-3-9-ottobre-20167A Roma si è appena concluso il Concorso Internazionale di Liuteria Santa Cecilia che dopo oltre 50 anni è tornato a risplendere nella straordinaria cornice del Conservatorio della capitale. Appuntamento di grande prestigio fino a tutta la prima metà del Novecento, il Concorso internazionale di liuteria aveva abbandonato Roma: è stato merito del Conservatorio di Santa Cecilia e della Associazione A.N.L.A.I. aver voluto fortemente il ritorno a Roma di una manifestazione che, anche nell’edizione 2016, non ha tradito le aspettative. Grande soddisfazione è stata espressa dai due docenti del Corso di Liuteria promotore dell’evento, Massimo de Bonfils e Mauro Fabretti: tale corso tenuto al S. Cecilia di Roma, unico in Italia fra tutti i Conservatori, dopo solo 6 anni di vita conquista questa prestigiosa meta che stabilisce ancora una volta un primato per il Conservatorio di Musica della Capitale. Il coordinatore principale del Concorso, M.o Mauro Fabretti, ha sottolineato come l’enorme successo di partecipazione abbia dimostrato il grande interesse oggi  presente verso una professione, quella del liutaio, capace di toccare punte di vera arte e nel contempo ancora capace di mettere al centro dell’interesse del mercato internazionale l’Italia. Un settore tutto italiano che non conosce crisi e miete successi da 300 anni, dai tempi di Stradivari.

concorso-internazionale-di-liuteria-santa-cecilia-2016-concorso-internazionale-premio-citta-di-roma-3-9-ottobre-20161

Medaglia d’oro per il cinese Yu Huidong, già vincitore del  recentissimo concorso internazionale di Pechino, nella sezione violini moderni; non è stata da meno la liuteria cremonese che ha vinto due medaglie d’oro, nella viola e nel violoncello, ambedue assegnate al Maestro Marcello Villa. Lo svedese Jens  Johsnson si  è aggiudicato la vittoria nella sezione violini antichizzati, mentre nella sezione contrabbassi la  medaglia d’oro è stata attribuita  al milanese Roberto Muzio.

I concorrenti, 101 strumenti provenienti da 24 paesi del mondo, sono stati valutati da due Giurie internazionali di altissimo profilo:

  • per i maestri liutai: Florian Leonhard (Inghilterra), Carlo Vettori (Firenze), Luca Primon (Trento), Ikiko Suzuki (Giappone) e Zhen Quan (Cina).
  • per i musicisti: Felix Ayo, Massimo de Bonfils, Massimo Paris, Maurizio Massarelli e Massimo Giorgi.

Medaglie d’argento per il russo Valery Prilipco per i violini moderni, per il francese David Leonard Wiedmer, sezione violini antichizzati, e per il sud coreano Lee Seung Jee per la viola, che si è aggiudicato anche il terzo posto nella stessa sezione e nei violini moderni. Al bulgaro Milcev Pamen e al ferrarese Sergio Scaramelli la piazza d’onore rispettivamente per il violoncello e  per il contrabbasso. Hanno infine ottenuto le medaglie di bronzo il giapponese  Ohashi Toru, (violino antichizzato) ed il ferrarese Gabriele Pralea, (contrabbasso). Premi speciali a Ignazio Sanfilippo (Milano), Federico Fiora, (Cremona), Erew Plamen (Bulgaria) e Fabrizio Fratocchi (Roma). Il Concorso riservato ai professionisti è stato accompagnato dalPremio Città di Roma, riservato ai giovani liutai non professionisti. Alla sua prima edizione, il “Premio Città di Roma” ha visto la presenza di giovani cinesi, coreani, giapponesi e bulgari ma anche la affermazione degli italiani  Giuseppe Altavilla di Ariano Irpino, di Franco Merlo di Bovolone, di Giacomo Rocca di Torino, e del giovanissimo Federico Castelluccio di Palermo, premiato con il Premio speciale “Guglielmo dell’Ongaro” offerto in sua memoria dal Sovrintendente dell’Accademia Nazionale S. Cecilia, Michele dell’Ongaro: tale premio è non solo un traguardo, ma il viatico per un futuro di successo.

Degna conclusione della serata di premiazione è stato il concerto effettuato con alcuni dei migliori strumenti premiati da parte di Massimo de Bonfils, Domenico Ascione, Felix Ayo, Massimo Paris e Rita Logiudice. La organizzazione del dott. Giancarlo Iacomini del S. Cecilia e la collaborazione dell’ANLAI di Cremona ha reso ancor maggior lustro all’evento e gli applausi del numeroso pubblico ne ha sottolineato il valore artistico.

concorso-internazionale-di-liuteria-santa-cecilia-2016-concorso-internazionale-premio-citta-di-roma-3-9-ottobre-20161

Print Friendly, PDF & Email

About Lanzi & Kenecchi

Check Also

Solitudine e sgomento (Saffo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *