Home / RUBRICHE / IN PUNTA DI FIORETTO / Giustizia per Giulio Regeni. Giustizia per un efferato crimine

Giustizia per Giulio Regeni. Giustizia per un efferato crimine

Giulio Regeni

GIUSTIZIA PER IL BRUTALE OMICIDIO DI GIULIO REGENI

Non abbiamo da aggiungere nulla a quanto già è emerso e continua ad emergere sulla terribile morte del nostro connazionale Giulio Regeni.
Le valutazioni di merito sul ragazzo, da parte mia solo estremamente positive, o sulle sue attività lasciano il tempo che trovano nelle menti di chiunque possa vantare un cervello funzionante.
Nulla da dire in più sui servizi di intelligence egiziani: c’è chi li studia da tempo come esempio vivente di eccellenza tra i servizi segreti, c’è chi li detesta profondamente.
A noi di Said in Italy interessa solo una cosa: che il governo egiziano faccia quel che deve, si comporti in maniera matura o “civile” o “normale”, comunque tutto quanto in pratica non ha fatto sinora nel caso in questione. Se sono così bravi come decantato da più esperti e hanno inanellato una serie di problematiche affermazioni smentite dai fatti, che i responsabili di governo ammettano la loro inefficienza e incapacità e si facciano da parte: cosa possibile, alla luce dei trattati internazionali.
A noi interessa soprattutto dire che come Said in Italy noi vogliamo giustizia per il brutale omicidio volontario, verosimilmente premeditato, come faremmo per qualsiasi cittadino italiano e ci mobilitiamo per questo.
Se il governo egiziano non è in grado di gestire questo, si faccia da parte: non sarebbe la prima volta che ammaina bandiera bianca.
Se il governo italiano è in grado di far valere i suoi legittimi diritti, non si faccia da parte per eventuali interessi diversi: questa volta il caso tecnico-giuridico è chiaro e politicamente inchioda il nostro governo.
Altri interessi di altra natura non sono idonei a contemperare alcunché.

Soprattutto, un pensiero condiviso per un ragazzo lungamente torturato, qualsiasi cosa abbia mai fatto e che noi presumiamo essere stata nobile e così forte da renderlo “punibile” per quanto non debole da consegnare “armi” o nomi ai suoi aguzzini.
Non mettiamo sue foto, non mettiamo firme o loghi nostri: semplicemente prendiamo posizione che è posizione senza colori politici o etichette, posizione di chi crede nella giustizia.

Fosse stato anche un “criminale” a qualsiasi titolo, ugualmente diremmo: giustizia per Giulio Regeni.

Metto la faccia, però: parlo a nome mio e mi assumo davanti agli amici di Said in Italy tutte le responsabilità.

GIUSTIZIA A QUALUNQUE COSTO

 

http://www.repubblica.it/esteri/2016/02/05/news/cairo_gli_squadroni_della_morte-132753163/

http://www.repubblica.it/esteri/2016/02/04/news/egitto_procura_giza_su_corpo_di_regeni_chiari_segni_di_torture_e_percosse-132694941/

http://www.ilgiornale.it/news/politica/su-giulio-i-segni-delle-torture-forse-tradito-dai-suoi-conta-1220612.html

http://www.ilgiornale.it/news/mondo/i-servizi-segreti-smentiscono-regeni-non-era-agente-1220820.html

https://www.lastampa.it/2016/02/06/esteri/la-salma-di-giulio-regeni-verso-litalia-gentiloni-lontani-da-risolvere-il-caso-ysC52UY5AeLcIRjAV1wj8I/pagina.html

http://www.ilmessaggero.it/primopiano/esteri/regeni_torturato_fare_nomi_fonti-1533539.html

          Edgardo Carlo Friserra
Print Friendly, PDF & Email

About Edgardo Carlo Friserra

Check Also

15 giugno, ricordando Sergio Endrigo con “Ci vuole un fiore”

Sergio Endrigo Una forma ritualizzata di condivisione. Niente di stucchevole: da qualsiasi parte la si …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *