Home / CELIACHIA / Nuovi LEA: approfondimento su celiachia e diabete

Nuovi LEA: approfondimento su celiachia e diabete

Abbiamo parlato in un precedente articolo dell’approvazione dei nuovi livelli essenziali di assistenza dopo 16 anni. Approfondiamo adesso alcuni aspetti che ci stanno particolarmente a cuore, ossia cosa cambia per chi soffre di celiachia e diabete.Risultati immagini per celiachia

 

CELIACHIA

La celiachia era già inserita nei precedenti LEA, ma era fra le malattie rare.
Le malattie che danno diritto all’esenzione sono individuate sulla base dei criteri dettati dal D.Lgs. 124/1998:

  • gravità clinica
  • grado di invalidità
  • onerosità della quota di partecipazione derivante dal costo del relativo trattamento.

Per le malattie rare (D.M. 279/2001) un criterio ulteriore è rappresentato dal dato epidemiologico che definisce rare le malattie con una prevalenza (cioè il numero di individui che presentano la malattia in una popolazione) inferiore a 5 per 10.000 abitanti nell’insieme della popolazione comunitaria.

La celiachia è stata pertanto passata da malattia rara a malattia cronica in quanto la sua diffusione nella popolazione è cresciuta notevolmente, sia per l’accresciuta accuratezza dei test, sia per una maggiore consapevolezza del problema. Inoltre il percorso diagnostico ad oggi è abbastanza chiaro e facile, non tortuoso come per le malattie rare.
Per ottenere l’attestato di esenzione per malattia celiaca sarà sufficiente un certificato con diagnosi fatto da un medico specialista del Servizio sanitario nazionale. Non dal medico di base, quindi, che prescriverà invece in una fase successiva gli esami e gli alimenti usufruendo del codice di esenzione così ottenuto.
Se si va però a vedere nel dettaglio le prestazioni che dovrebbero essere erogate, non troviamo un dettaglio, ma la dicitura “LE PRESTAZIONI SANITARIE APPROPRIATE PER IL MONITORAGGIO DELLA MALATTIA, DELLE SUE COMPLICANZE E PER LA PREVENZIONE DEGLI ULTERIORI AGGRAVAMENTI“. La dicitura è usata per quelle patologie in cui il quadro clinico e le necessità variano da persona a persona, impedendo di delineare degli interventi validi per tutti. Questo significa in pratica che la scelta è lasciata alle Regioni e ai medici, in base a quel che ritengono le procedure più adeguate per la diagnosi e la terapia della malattia celiaca.
Nell’articolo 14 comma 3 dello schema inviato dalla ministra Lorenzin alle Regioni è tuttavia specificato che “ai soggetti affetti da celiachia l’erogazione dei prodotti senza glutine è garantita nei limiti dei tetti massimi di spesa mensile fissati dal medesimo Ministero della salute“.
Visto che ad oggi praticamente tutte le Regioni fornivano gli alimenti senza glutine, attingendo però dai loro fondi regionali, per chi usufruisce del servizio non vi sarà in questo campo un cambiamento evidente.

Risultati immagini per diabete

 

DIABETE
Per quanto riguarda le persone affette da diabete mellito, invece, sono state finalmente codificate le tipologie di ausili erogabili:  Presidi per persone affette da malattia diabetica e da malattie rare.
Rimane tuttavia alle Regioni la scelta sui quantitativi prescrivibili, e sulle modalità di prescrizione:

Art 13 comma 2 Le regioni disciplinano le modalità di accertamento del diritto alle prestazioni, le modalità di fornitura dei prodotti e i quantitativi massimi concedibili sulla base del fabbisogno determinato in funzione del livello di gravità della malattia, assicurando l’adempimento agli obblighi di cui all’articolo 50 del decreto legge 30 settembre 2003, n. 269, convertito con modificazioni dalla legge 24 novembre 2003, n. 326, e successive modificazioni

Per quanto riguarda gli esami clinici, le novità inserite sono le seguenti:
PACCHETTI PRESTAZIONALI NUOVO NOMENCLATORE

  • 290 93.09.2 VELOCITA’ DI CONDUZIONE NERVOSA SENSITIVA Per nervo principale (fino a 4 segmenti)
  • 93.56.4 BENDAGGIO ADESIVO ELASTICO per linfedema
  • 93.82.1 TERAPIA EDUCAZIONALE DEL DIABETICO E DELL’OBESO Per seduta individuale. Ciclo di 10 sedute
  • 93.82.2 TERAPIA EDUCAZIONALE DEL DIABETICO E DELL’OBESO Per seduta collettiva. Ciclo fino a 10 sedute
  • 95.02 PRIMA VISITA OCULISTICA. Incluso: ESAME DEL VISUS, REFRAZIONE CON EVENTUALE PRESCRIZIONE DI LENTI, TONOMETRIA, BIOMICROSCOPIA, FUNDUS OCULI CON O SENZA MIDRIASI FARMACOLOGICA
  • 95.05 STUDIO DEL CAMPO VISIVO Campimetria, perimetria statica/cinetica, FDT
  • 95.06 STUDIO DELLA SENSIBILITA’ AL COLORE Test di acuità visiva e di discriminazione cromatica H
  • 95.12 ANGIOGRAFIA CON FLUORESCEINA
  • 95.26 TEST DI PROVOCAZIONE E CURVA TONOMETRICA PER GLAUCOMA
  • 95.03.3 TOMOGRAFIA RETINICA (OCT) a luce coerente. Non associabile a
  • 95.09.4 99.99.2 MONITORAGGIO DINAMICO DELLA GLICEMIA (HOLTER GLICEMICO). Incluso addestramento del paziente all’uso dell’apparecchio.
  • 14.34 FOTOGOAGULAZIONE LASER DELLA RETINA
  • 89.52 ELETTROCARDIOGRAMMA
  • 89.39.3 VALUTAZIONE DELLA SOGLIA DI SENSIBILITA’ VIBRATORIA
  • 89.59.1 TEST CARDIOVASCOLARI PER VALUTAZIONE DI NEUROPATIA AUTONOMICA Escluso: HEAD UP TILT TEST
  • 86.01 ASPIRAZIONE DELLA CUTE E DEL TESSUTO SOTTOCUTANEO Sulle unghie, sulla pelle o sul tessuto sottocutaneo aspirazione di: ascesso, ematoma, sieroma
  • 86.23 RIMOZIONE DI UNGHIA, MATRICE UNGUEALE O PLICA UNGUEALE
  • 96.59.1 MEDICAZIONE AVANZATA SEMPLICE di ferita con estensione < 10 cm2 e/o superficiale. Incluso: anestesia locale per contatto e detersione. Fino a sedici medicazioni per ferita.
  • 05.31 INIEZIONE DI ANESTETICO NEI NERVI SIMPATICI PER ANALGESIA A GUIDA ECOGRAFICA. Blocco simpatico regionale arto superiore o inferiore, Blocco del Ganglio celiaco, Blocco del Ganglio stellato, Blocco del simpatico lombare. Incluso il farmaco
  • 90.41.8 TIREOTROPINA [TSH] TEST REFLEX. Se TSH ≥ 0.45 mU/L e ≤ 3.5 mU/L: referto del solo TSH; Se TSH < 0.45 mU/L o > 3.5 mU/L: esecuzione automatica di FT4; Se FT4 ≥ 3.5, referto di TSH + FT4; Se FT4 < 3.5, esecuzione automatica di FT3 e referto di TSH + FT4 + FT3. Non associabile a: TSH, FT3, FT4. Salvo range o cut-off più restrittivi definiti a livello regionale

In conclusione, le modifiche apportate con i nuovi LEA sembrano positive ad una prima analisi, includendo soprattutto nel caso del diabete anche presidi tecnologicamente più avanti e meno invasivi per il monitoraggio della glicemia, ed esami di screening per le complicanze molto più dettagliati.

Print Friendly, PDF & Email

About Hipazia Pratt

Check Also

15 giugno, ricordando Sergio Endrigo con “Ci vuole un fiore”

Sergio Endrigo Una forma ritualizzata di condivisione. Niente di stucchevole: da qualsiasi parte la si …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *